10 consigli dagli esperti di moda, lusso e beauty

Giustina Ciccariello

In Launchmetrics abbiamo iniziato il 2022 compiendo subito uno dei nostri primi buoni propositi per l’anno nuovo. Al nostro summit virtuale Performance by Launchmetrics abbiamo ospitato esperti di moda, lusso e beauty di aziende come Lush, Farfetch, Coty, Google e molti altri per condividere approfondimenti del settore e per capire come sarà il futuro dei brand e dei loro consumatori.

In questo articolo, riveliamo dieci insight chiave emersi durante il #performance2022, di alcuni dei nostri relatori del summit, che hanno condiviso consigli e importanti insegnamenti durante i tre giorni dell’evento online.

It’s all about the consumer!

Negli ultimi anni i brand hanno adottato un approccio strategico per stare al passo con le esigenze dei consumatori in rapida evoluzione, trovando un significativo vantaggio nel connettersi con il pubblico giusto attraverso i canali giusti. Francesco Passone, Head of Southern Europe di Klarna, nota una “crescente importanza della nuova generazione di consumatori“, e che dobbiamo capire due aspetti chiave del loro comportamento.

Questa nuova generazione sta guidando la crescita del mercato e i consumatori più giovani sono più sensibili e influenzati dai social media.

Klarna ha compreso questo gruppo di acquirenti in costante crescita, riconoscendo il loro bisogno di comodità e controllo finanziario, e ha creato un’esperienza di shopping all-in-one attraverso la sua app e offrendo opzioni di pagamento flessibili come il “buy now, pay later“. 

Guardando al futuro, Passone incoraggia i marchi che vogliono crescere a continuare con piccoli cambiamenti a interazioni più veloci, mantenendo al centro gli interessi dei consumatori.

La coerenza è la chiave della comunicazione

I marchi hanno rivolto gran parte della loro attenzione ai canali di comunicazione online. E con una tale varietà di touchpoints del brand, segmenti e modi per impegnarsi con il pubblico, è diventato vitale comunicare in modo chiaro e coerente.

Il direttore della comunicazione globale di Coty, Letizia Calcamo, ha spiegato che “i marchi hanno bisogno di condividere esperienze ed engagement che siano comprensibili allo stesso modo per molte persone diverse“. 

Considerando che i consumatori utilizzano più piattaforme di social media, i marchi sono spinti a creare una varietà di contenuti. È necessario costruire la voce e la missione del vostro brand con il vostro cliente in mente. Mantenendo un chiaro messaggio del marchio coerente attraverso le piattaforme, è possibile evitare abilmente la frammentazione e creare una forte identità del marchio.

Dai Key Opinion Leaders ai Key Opinion Customers

I marchi stanno continuamente trovando modi per far crescere connessioni di valore con i clienti dell’Oriente. Questa relazione in evoluzione sta ora definendo il modo in cui i brand lavorano con i Key Opinion Leaders (KOL) e la propensione a collaborare con i Key Opinion Consumers (KOC) per interazioni più autentiche.

Luca Rovere, Social Commerce, Advocacy and CRM Sr. Director di Coty, ha evidenziato che “l’autenticità delle persone e dei micro-influencer è un grande potere che [i brand] devono sfruttare, perché le persone allineate con i nostri valori sono i sostenitori più preziosi che possiamo avere“.

Questo si osserva con grandi marchi come Chanel che incorporano i Micro Creator su TikTok nelle loro strategie di marketing. Gli spettatori si rivolgono a questi Creator per trovare nuovi e interessanti marchi. Infatti, le tendenze video virali come ‘#unboxing’ di beni di lusso hanno raccolto più di 12,6 miliardi di visualizzazioni sulla piattaforma, indicando un’enorme opportunità per i marchi di costruire la consapevolezza. 

Se vuoi saperne di più su come sfruttare TikTok’ per la tua strategia, guarda il nostro webinar “TikTok’s Takeover: The Power of Creators” con la responsabile delle partnership con marchi di lusso di TikTok, Kristina Karassoulis.

Investire in tecnologia

Come risultato della pandemia globale, i marchi di moda sono passati ad utilizzare più canali digitali per impegnarsi con i consumatori alla ricerca di esperienze uniche. Tuttavia, non tutti i brand stanno sfruttando queste piattaforme al massimo.

Il responsabile di YouTube per la moda e il beauty, Derek Blasberg, ci ha rivelato cinque importanti elementi dei contenuti di YouTube che attirano il pubblico:

  1. Scrivi un titolo video accattivante e interessante per attirare l’attenzione dello spettatore.
  2. Scegli un’immagine visiva di spicco per la tua anteprima. Se si tratta di una sfilata, scegli un look degno di nota dalla collezione.
  3. Le schede finali sono importanti per far sì che i tuoi spettatori trovino altri video e si appassionino ai tuoi contenuti.
  4. Incorporare i link dei tuoi video di YouTube negli altri tuoi canali può aumentare le visualizzazioni e generare maggiori prestazioni e visibilità per il tuo marchio.
  5. Le descrizioni sono il quadro migliore per contestualizzare il contenuto per i tuoi spettatori.

Una forte campagna di video marketing può avere un impatto significativo sulla brand performance. Potete controllare il nostro recente report in collaborazione con YouTube, ‘YouTube’s Fashion Effect’ per saperne di più!

La nuova fase del digitale

Tutti parlano del Metaverso, ma cosa significa questo per i marchi? Le aziende stanno prendendo provvedimenti per conoscere e implementare le tecnologie blockchain, e restrare competitivi. Tuttavia, in primo luogo i brand devono essere consapevoli dei loro attuali consumatori e la misura della loro conoscenza di questo nuovo paesaggio.

Ad agosto 2021, NARS Cosmetics ha rilasciato una serie di NFT sul mercato Truesy. 

Dina Fierro, VP di Global Digital Strategy Engagement di NARS, nota che questa scelta del marketplace è stata strategica. Hanno capito che i loro clienti avevano una conoscenza limitata del crypto-spazio e si sono assicurati che la piattaforma fosse accessibile tramite carta di credito. Non solo ha aiutato a guidare le vendite, ma ha anche creato un’esperienza memorabile per i clienti che probabilmente acquisivano il loro primo NFT.


Allo stesso modo, il co-fondatore di Arianee, Pierre Nicolas Hurstel, suggerisce che le aziende dovrebbero considerare le difficoltà per entrare nel crypto-spazio. Le commissioni di rete e i tassi di cambio possono confondere. Pertanto, combinando prodotti fisici e NFT, i marchi possono incorporare le commissioni nella loro strategia dei prezzi, ma offrire ai clienti un’esperienza per acquisire token e accedere a contenuti esclusivi del marchio.

Verso un futuro Phygital

La definizione di fisico e digitale sta spingendo i marchi ad offrire un’esperienza omnichannel. Il CEO di Farfetch, José Neves, sottolinea che questo non è “una fusione di online e offline, ma la rimozione dei confini” – a sua volta, offrendo un viaggio del cliente estremamente lineare. Questa può essere la cronologia degli acquisti di un cliente accessibile da diversi punti vendita o anche avere la lingua o la valuta giusta sul tuo sito eCommerce.

Pertanto, l’approccio phygital deve anche creare coinvolgimento e un’esperienza significativa per i consumatori. La Chief Customer Officer di Launchmetrics, Tatiana Ferreira, sottolinea la crescente importanza delle piattaforme unificate per gestire, pianificare e fornire esperienze phygital, come l’uso di codici RFID e QR per il check-in. Questo può facilmente integrare i piani dei posti a sedere, segmentare le liste degli ospiti, personalizzare gli inviti e anche notificare i team quando arrivano i VIP.

Soddisfare le aspettative dei consumatori

Negli ultimi anni, molti clienti hanno aumentato le aspettative nei confronti dei brand, che devono essere attraenti e coinvolgenti al fine di risuonare attraverso il rumore di un mercato affollato.

Rupi Goel, Head of Luxury di Google UK, spiega che i contenuti coinvolgenti possono creare uno slancio duraturo per i marchi, con il pubblico che interagisce giorni, settimane e persino mesi dopo la pubblicazione. Fa notare che i marchi guidati dallo scopo vedono il 30% in più, soprattutto quando i consumatori si relazionano con loro. 

Prendendo ad esempio la collaborazione di Balenciaga con i Simpson, il mini-episodio da solo ha generato un Media Impact Value™ (MIV®) di oltre 630.000 dollari e ha portato alla casa altri 5 milioni di dollari in MIV®. Il loro obiettivo non era quello di vendere prodotti, ma di usare lo storytelling per creare un’esperienza divertente e coinvolgente il loro pubblico per connettersi con il marchio.

Non avere paura di rischiare

Adattarsi per stare al passo con le mutevoli esigenze dei consumatori può essere impegnativo. Josie Cartridge, Global Marketing Director di The Outnet, offre consigli ai marchi che stanno pianificando di adottare un approccio omnichannel di successo:

  1. Mantieni il tuo customer journey coerente – pensa attentamente alla tua comunicazione e a ciò che vuoi che i tuoi follower vedano ad ogni passo. 
  2. È difficile fare le cose bene la prima volta, quindi non aver paura di provare diverse strategie, fallire, e poi ri-strategizzare per riprovare.
  3. Prima di implementare la tua strategia, imposta dei test controllati per misurare ciò che funziona e ciò che non funziona, e continua a testare.

Conquistare i consumatori cinesi

Quando si entra in nuovi mercati, i marchi devono prestare molta attenzione ai consumatori locali. Lisa Yu, VP della società di ingresso nel mercato cinese, Genuine German, evidenzia tre importanti strategie che i marchi dovrebbero considerare quando entrano in tale mercato.

  1. Il contenuto localizzato che si allinea con i valori del consumatore è necessario per i marchi per attrarre i consumatori cinesi, tuttavia, è necessario essere cauti per non perdere l’identità del marchio.
  2. Dai un’occhiata ai tuoi follower per capire chi sono. L’ascolto sociale e gli strumenti digitali fatti per le campagne KOL possono aiutare nella selezione dei giusti influencer.
  3. Sfrutta ciò che le reti multicanale hanno da offrire. Può essere una sfida trovare una corrispondenza perfetta con i vostri obiettivi di business, ma l’utilizzo dei loro strumenti può aiutare a potenziare le piattaforme cinesi del vostro marchio.

Scegliere i giusti KOL e Influencer

In Cina, i KOL e gli Influencer offrono un’opportunità pubblicitaria diversa per i marchi, e persino la nascita di una nuova industria con aziende di Influencer che professionalizzano l’intero concetto. 

La co-founder di Half a World, Yishu Wang, consiglia ai marchi tre punti chiave da considerare quando si lavora con gli influencer.

  1. Stabilire relazioni a lungo termine con gli influencer può essere conveniente. Se sono all’inizio della loro carriera, il vostro sostegno può trasformarli in fedeli sostenitori del marchio.
  2. È vitale capire i loro contenuti per assicurarsi che siano in linea con gli obiettivi del tuo marchio – analizza i loro profili online, lo stile dei social media, i post e le loro interazioni con la comunità. È anche importante avere un’idea del loro carattere offline.
  3. Avere chiare linee guida del brand. Stabilite delle aspettative chiare e dei must, ma permettete loro di avere libertà creativa. Questo si tradurrà in impegni più autentici.

Per ascoltare altri approfondimenti dai leader chiave del settore, guarda le sessioni on-demand del nostro summit virtuale #performance2022 cliccando sul banner qui sotto!

​​

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.