Cos'é il Media Impact Value™ o MIV?

Julia Cohen

Recentemente, Kamala Harris ha attirato la nostra attenzione generando un MIV® di 19 milioni di dollari per i tre marchi che ha indossato durante i festeggiamenti per l’insediamento presidenziale. Alla cerimonia di inaugurazione, con un cappotto e un vestito viola di Christopher John Rogers, ha generato per il brand 8,2 milioni di dollari in Media Impact Value nelle prime 24 ore. Questo è sicuramente un numero impressionante, ma cosa significa “MIV” o Media Impact Value ™?

 

View this post on Instagram

 

A post shared by CJR 🌈 (@christopherjohnrogers)

Un approfondimento sul significato del Media Impact Value™

Il Media Impact Value™ è l’algoritmo di proprietà di Launchmetrics che misura e compara l’impatto mediatico dei placement e delle menzioni ottenuti tramite le diverse Voci, nelle industrie di moda, lusso e beauty. 

Questo significa che è possibile confrontare il Media Impact Value™ per ogni post condiviso su stampa, online e canali social. Di conseguenza, tale metrica permette di misurare il ROI di qualsiasi attività di marketing.

Nella nostra Top 20 dei principali brand che dominano i mercati di moda e lusso, abbiamo evidenziato i post social più performanti in termini di MIV® in Cina, Europa e Stati Uniti. Per l’Europa, ad ottenere maggior successo è stato il post Instagram di Millie Bobby Brown per Moncler, che ha accumulato $1,4M MIV® nel periodo ottobre-dicembre 2020, mentre in Cina quello di 一坨小红花_ per Louis Vuttion, con $577K in MIV®.

Utilizzando il MIV® come metrica di riferimento, siamo in grado di rilevare (in termini monetari) il buzz generato da celebrità e influencer che indossano le creazioni di un certo brand, e confrontare le strategie di successo da un mercato all’altro.

Pertanto, il MIV® permette al vostro marchio di confrontare i risultati tra le diverse Voci, tipi di media, canali, periodi di tempo, prodotti, regioni e altro ancora. Inoltre, le capacità comparative significano che i marchi possono effettivamente confrontare le loro prestazioni con quelle dei loro concorrenti, così come rivedere le strategie omnichannel per capire quale canale o tipo di media sta ottenendo maggior successo o, al contrario, dove bisogna intervenire.

Perché abbiamo creato il Media Impact Value™ ? 

Il Media Impact Value ™ è stato concepito per affrontare alcune delle sfide che le industrie della moda, del lusso e del beauty stavano riscontrando, soprattutto quando si trattava di misurare la brand performance. 

Per esempio, le linee tra stampa, online e social media sono diventate sempre più sfocate, così come quelle tra paid, owned e earned media. Come si può paragonare un posizionamento nel numero di settembre di Vogue con un post sul backstage della settimana della moda di Parigi su TikTok? Misurare questi diversi media è poco chiaro e quasi indistinguibile.

Inoltre, le metriche di reach e di engagement evidenziano solo una fetta di misurazione dei risultati. Per esempio, un micro-influencer con un tasso di engagement estremamente basso, non ha lo stesso impatto dell’account Instagram del tuo marchio. La qualità è fondamentale quando si tratta di misurare il valore di qualsiasi touchpoint o post.

media impact value

Come viene calcolato? Quali elementi include la formula?

Il Media Impact Value ™ si basa su 4 principali criteri: il valore di base stimato, l’audience, l’autorità della fonte e la qualità del contenuto. 

Un valore di base viene calcolato utilizzando la reach standard, le metriche di media rate e il nostro set di dati contenente più di 5.000 pubblicazioni media online MLB, con più di 10.000 marchi con cui abbiamo lavorato. Il valore viene poi aggiustato in base alla qualità complessiva delle menzioni. Questo assicura che i posizionamenti da fonti più ricercate siano valutati a un tasso più alto rispetto alle fonti meno attraenti.

L’audience si riferisce a coloro che vedranno il contenuto esamina chi raggiungerà il contenuto, dai numeri di copie vendute della carta stampata al numero di follower su Instagram. Questo ci dà un’idea di dove si diffonde il contenuto e tra chi.

L’autorità della fonte riguarda il tipo di media, ossia la rilevanza del contenuto direttamente collegato agli argomenti di moda, lusso e beauty e il punteggio complessivo di qualità dei media, guardando un insieme di oltre 4mila fonti di media principali. Per i social, viene presa in considerazione la frequenza dei post, così come il tipo di Voce e l’attribuzione dei valore cambia se il post proviene da una celebrità, un marchio, un influencer o un consumatore. 

La qualità del contenuto prende in considerazione le metriche di engagement (es: like e condivisioni) così come il tipo di contenuto. Anche la lunghezza, la dimensione, il posizionamento e la presenza di immagini o video possono avere un impatto sulla qualità del contenuto.

Vi abbiamo dunque spiegato i criteri principali con cui viene calcolato il MIV®. Nel complesso, la metrica fornisce ai marchi una valutazione standard per misurare il valore di tutte le attività di marketing attraverso le Voci, i canali e i mercati, assegnando un valore monetario per ogni interazione e iniziativa. In questo modo, facilita il benchmarking di diverse attività, dall’influencer marketing alle sponsorizzazioni PR. Il MIV® rappresenta il vero valore mediatico che vi aiuta a comprendere appieno il ROI delle vostre attività di marketing e comunicazione.

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.