Seguici:

Blog
Pitti Uomo 96. Un’Edizione Da Non Perdere

Luca Ferone

Dall’11 al 14 Giugno, a Firenze, la 96ima edizione di Pitti Immagine Uomo, la manifestazione di riferimento a livello globale per il menswear e il lifestyle contemporaneo.

Manca davvero poco a Pitti Uomo 96. Come ogni sei mesi, il capoluogo toscano si prepara ad accogliere il fashion system per quella che è diventata una vera e propria fashion week con numeri da capogiro: 1220 marchi di cui 549 esteri, 230 tra nomi nuovi (tra i quali spicca A|X Armani Exchange) e rientri, 60mila mq di superficie espositiva, oltre 30mila visitatori e oltre 19.100 compratori per l’edizione del Giugno 2018, Pitti 94. Quella stessa edizione analizzata nel nostro report sullo Stato del Menswear, che, insieme a Milano Moda Uomo, si era confermata come la “fashion week uomo” SS19 con il miglior Media Impact Value, superando Parigi, Londra e New York.

Il tema dei saloni estivi di Pitti Immagine è The Pitti Special Clickun concept che prova a catturare – nel set-design curato dal life-styler Sergio Colantuoni e nella nuova campagna adv firmata dal famoso fotografo Emilio Tini – l’idea che a Pitti Uomo scatti sempre qualcosa di speciale. “Una scintilla che produce alchimie sempre diverse, un click energetico ed emozionale difficile da arginare”, come racconta Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine, sul sito della manifestazione.

Pitti Uomo 96 si prepara, quindi, ad essere un appuntamento imperdibile con collezioni, progetti ed eventi davvero unici. In questo articolo vogliamo segnalarti cosa non dovresti assolutamente perderti.

Ecco gli highlight di Pitti Uomo 96

Romanzo breve di moda maschile

Il 2019 è l’anno del 30imo compleanno di Pitti Immagine e, per questo motivo, la Fondazione Pitti Immagine Discovery ha deciso di collaborare con Olivier Sallard, curatore ed ex direttore del museo parigino Palais Galliera, per celebrare tre decenni di moda maschile, dal 1989 ad oggi, vista da Pitti Uomo. Al Museo della Moda e del Costume di Firenze, dal 12 Giugno al 29 Settembre, sarà possibile ammirare la storia del menswear Made in Italy, nato dal mix unico tra la creatività dei designer e la solidità della grande imprenditoria italiana. Al progetto/mostra, dedicato alla memoria di Marco Rivetti, Presidente di Pitti Immagine dal 1987 al 1995, saranno collegati anche un libro/catalogo e una vera e propria collezione permanente di moda maschile che verrà donata al Museo.

Givenchy, Guest Designer Pitti Uomo 96

Givenchy, l’iconico brand fondato da Hubert de Givenchy nel 1952, diventato simbolo di rottura dei canoni della moda e di un’eleganza aristocratica e sensuale, porta a Firenze la nuova collezione menswear con un evento speciale in calendario il 12 Giugno. La stilista britannica Claire Waight Keller, direttore artistico del brand di proprietà di LVMH dal 2017, ha scelto Pitti per presentare il nuovo capitolo maschile della sua visione stilistica, basata sull’idea di Luce nell’Oscurità. “Una visione forte, moderna ed elegante: un progetto perfetto per Pitti Uomo. Sono certo che le atmosfere e gli spazi di Firenze offriranno a Givenchy ulteriori motivazioni estetiche e simboliche per concentrarsi sulla moda maschile”, ha dichiarato Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi speciali di Pitti Immagine.

Sterling Ruby, Pitti Special Guest

Special Guest di questa edizione il poliedrico artista americano Sterling Ruby che presenterà la prima collezione del suo brand S.R. STUDIO. LA. CA. con un evento il 13 Giugno. Noto a livello internazionale per il suo lavoro che spazia dalla scultura ai video, ai tessuti e alla pittura, Ruby ha già contaminato con la sua arte anche il mondo della moda sviluppando collaborazioni con Raf Simons, Dior e Calvin Klein. A Firenze farà debuttare la sua collezione di ready-to-wear e, per la prima volta in assoluto, renderà disponibili le sue creazioni. “L’invito di Pitti a essere lo Special Guest rappresenta per me il momento perfetto, per realizzare un progetto che sto esplorando privatamente, nel mio studio, da quasi dieci anni”, ha dichiarato Ruby.

MSGM Pitti Special Anniversary

Dopo 10 anni dal suo debutto, MSGM, il brand nato dalla mente creativa di Massimo Giorgetti, torna a Pitti per celebrare questo importante anniversario e presentare la sua nuova collezione Spring/Summer 2020 con una sfilata in calendario il 13 Giugno, realizzata in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana, a conferma del legame solido e produttivo tra Firenze e Milano. Nel 2013 Giorgetti è stato uno dei primi protagonisti di un altro dei momenti speciali di Pitti Uomo, Pitti Italics, il programma nato per promuovere la new wave di fashion designer italiani con un profilo già internazionale, e torna, dopo sei anni, forte di un progetto ormai consolidato ed internazionalmente conosciuto.

Marco de Vincenzo, Pitti Italics Special Event

Altro debutto importante è quello di Marco de Vincenzo che torna a Firenze, come Pitti Italics Special Event, per la sfilata della sua prima collezione uomo, in calendario il 12 Giugno, anche questa in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana. Il designer siciliano, vincitore dieci anni fa di  “Who is On Next?”, ritorna nel capoluogo toscano per mostrare un nuovo capitolo della sua storia che siamo certi darà spazio alla sua innata voglia di stupire. “La mia prima collezione uomo non poteva che essere presentata in un contesto simile, dove la gioia di fare questo mestiere si respira in ogni angolo della città”, queste le parole di de Vincenzo riportate sul sito di Pitti Uomo.

‘Florence Calling’: Salvatore Ferragamo sfila a Pitti Uomo

Salvatore Ferragamo, uno dei brand che ha contribuito a fare di Firenze una delle città della scena moda internazionale, ha scelto di far sfilare la sua nuova collezione menswear SS20, l’11 Giugno, in una cornice mozzafiato: Piazza della Signoria, dove recentemente è tornata allo splendore la Fontana del Nettuno di Ammannati, proprio grazie al restauro voluto dalla Maison fiorentina. Dopo alcuni show co-ed, il direttore creativo Paul Andrew sceglie di mostrare il suo uomo contemporaneo con un chiaro DNA lusso in una location davvero prestigiosa che mette in evidenza la radici e la ricchezza del mondo Ferragamo. Micaela Le Divelec Lemmi, Chief Executive Officer di Salvatore Ferragamo, ha dichiarato:“La decisione di prendere parte al prossimo Pitti Uomo è un segmento di un programma organico di evoluzione dell’universo Ferragamo, nel quale la linea maschile riveste un’importanza indiscussa”.

Il 90° anniversario di LuisaViaRoma e la prima sfilata ufficiale di CR

Compleanno importante anche per LuisaViaRoma, lo store diventato destinazione privilegiata per il fashion di lusso, anche online, che compie 90 anni. Per l’occasione il CEO Andrea Panconesi unirà le forze con la fashion visionary Carine Roitfield, già direttrice di Vogue Paris e fondatrice di CR Fashion Book e CR Studio, che presenterà la sua prima sfilata ufficiale CR Runway. In programma il 13 Giugno, lo show combinerà diversi elementi: una sfilata di 90 look maschili e femminili per la FW19, scelti dalla stessa Carine Roitfeld tra le collezioni di case affermate o di piccole etichette di tendenza, una performance musicale di Lenny Kravitz e molto altro. “Karl mi diceva sempre ‘Qualunque cosa tu faccia, deve essere originale’. E la CR Runway lo sarà. Per me è una grande opportunità il poter collaborare con uno store così unico come LuisaViaRoma e mettere in scena uno show realmente inclusivo, nel quale ogni look di ogni brand verrà proiettato su dei megascreen”, ha dichiarato la Roitfeld a Fashion Network.

Questi sono solo alcuni degli straordinari appuntamenti in programma per Pitti Uomo 96 che si preannuncia come davvero imperdibile. Una manifestazione che farà sicuramente parlare di sé, creando buzz su tutti i canali mediatici. Come partner di Pitti Immagine, non vediamo l’ora di estrapolare i dati e fornirvi il nostro report dettagliato anche su questa edizione. Nell’attesa, se volete sapere cosa è successo a Gennaio, scaricate qui la vostra copia del nostro report.

Header image: Enrico Labriola per Pitti Immagine

Luca Ferone

Da sempre appassionato di media, Luca lavora da anni nelle Fashion PR. In Launchmetrics segue le attività di marketing per il mercato italiano. Nel tempo libero, riesce a staccarsi da cinema e serie tv solo per un buon libro o una bella mostra.

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.

 

Costruisci il lancio di prodotto perfetto Contatta adesso il nostro team
Richiedi una Demo