Seguici:

Blog
Software per la moda: analizzare il Product Launch Planning (PLP)

Michelle Nicolaizeau

Oggigiorno, i brand nel settore della moda stanno scoprendo nuovi modi per presentare collezioni, campagne ed in generale, per il lancio di un nuovo prodotto. Per mostrare le loro collezioni agli acquirenti e ai clienti curiosi stanno ricorrendo sempre di più a YouTube, Instagram e a nuove piattaforme e formati digitali, come abbiamo visto in occasione della London Fashion Week. Ma sapevate che queste “presentazioni” sono solo una parte del processo launch-to-market? Prima che un capo possa fare la sua apparizione sulla passerella o nella presentazione di una collezione sono tanti i passaggi relativi al piano di lancio del prodotto, che comprende anche la gestione dei campioni e degli asset digitali. Questo piano richiede mesi di preparazione, ed è qui che un software per la moda può entrare in gioco per garantire un flusso di lavoro fluido. Iniziamo con una semplice domanda:

Che cos’è un Product Launch Plan?

Un Product Launch Plan (piano di lancio del prodotto) è un sommario documentato di idee, attività e processi utilizzato da una società per lanciare un prodotto sul mercato, momento noto come “Go-to-Market”. Si tratta di un piano strategico che aiuta a ottimizzare il processo per migliorarne l’efficienza e per garantire che la collezione venga completata e lanciata nei tempi previsti.

Per una nuova collezione di moda i tempi per il Go-to-Market possono andare dai 3 ai 6 mesi, e con il lancio di collezioni più piccole in tempi ancora più ristretti, i brand si stanno ritrovando a dover imparare nuovi modi per essere sempre all’avanguardia.

Iniziamo studiando le 4 fasi che compongono un Product Launch Plan per comprenderne meglio l’articolazione:

Fase di sviluppo preliminare

Dopo il design di una nuova collezione, i team Design e Merchandising potrebbero non trovarsi d’accordo su quali modelli dovrebbero essere prodotti in campioni: i designer potrebbero essere più orientati verso i loro prezzi preferiti, mentre il team Merchandising potrebbe prendere una decisione basata su una previsione di tendenze o sul prezzo del capo.

Una volta deciso l’assortimento finale dei campioni vengono effettuati gli ordini per i tessuti, design e modelli che vengono inviati ad una fabbrica per la produzione.

Fase di sviluppo

Nella fabbrica sono in tanti a lavorare su un singolo campione: tagliatori di stoffe, ricamatori, sarti e così via. Solitamente un campione passa in molte mani diverse prima di arrivare ad uno dei passaggi finali: un processo di pulizia per vedere come il capo si “comporta” dopo il lavaggio.

Fase di post-sviluppo

Una volta terminata la produzione il campione prototipo verrà rinviato ai team Design e Merchandising per l’ispezione, per poi essere provato da dei modelli.

Se sono necessarie delle modifiche i relativi appunti verranno condivisi con la fabbrica, e dopo diversi giri di modifiche i team Design e Merchandising sceglieranno il campione finale che verrà presentato al pubblico.

Il set finale di campioni viene mostrato alla Market Week, dove gli editori e gli acquirenti hanno la possibilità di visionare la collezione ed identificare quali campioni ordinare per i loro mercati. Solitamente, ciò accade prima delle sfilate o prima che gli acquirenti piazzino i loro ordini.

Dopo la Market Week, un brand di solito ordina le seguenti quantità di campioni per iniziare la promozione della sua nuova collezione:

  • 2 set per i Team Vendite
  • 1 set per lo studio fotografico/E-Commerce
  • 1 set per Pubbliche Relazioni/Marketing
  • 1 set per Sviluppo del Prodotto

Una volta pronti i set di campioni è il momento delle sfilate, delle presentazioni della collezione e delle visite allo showroom.

Termine del ciclo del campione

Una volta lanciata la collezione i campioni vengono messi da parte, finendo in vari posti come gli archivi del brand, svendite di campioni, o semplicemente perduti. La creazione dei campioni è una parte cruciale del piano di lancio del prodotto, e fornisce informazioni su quali capi funzionano, quali riscuoteranno successo nelle vendite e quali no.

Nel corso delle quattro fasi del lancio del prodotto svariati set di campioni vengono spostati da Design e Merchandising per essere inviati ai settori Vendite, E-Commerce e Pubbliche Relazioni/Marketing: considerato questo movimento costante, i campioni potrebbero essere perduti o venire bloccati alle dogane, facendo così perdere vendite, editoriali ed opportunità di servizi fotografici a causa di ritardi nel time-to-market. 

Come possono i brand assicurarsi che il piano di lancio di un nuovo prodotto fili liscio senza errori o ritardi?

I brand possono incrementare l’efficacia e minimizzare i ritardi lungo il piano di lancio del prodotto grazie all’Enterprise Sample Management: con questo strumento, i brand possono rendere più snello il flusso di lavoro dei vari team relativo ai campioni, implementando sin dall’inizio un processo di monitoraggio tramite codici a barre individuali o etichette RFID apposti su ogni campione. Ciò fornirà una completa trasparenza sulla posizione dei campioni, ed una dashboard interattiva offrirà una visione panoramica di inventari, consegne e campioni in sospeso. 

Possono anche essere aggiunti degli appunti sui vari campioni, in modo che ogni team disponga di informazioni aggiornate; inoltre, monitorandone i movimenti, i brand potranno ridurre perdite di opportunità e di campioni, in tal modo potenzialmente minimizzando la quantità di set di campioni prodotti.

E la gestione dei campioni digitali?

I brand possono anche massimizzare l’utilizzo dei loro campioni digitali ricorrendo al Digital Asset Management. Grazie a questo strumento, i brand possono condividere le loro immagini digitali con stilisti, editori e acquirenti. I professionisti del settore possono quindi richiedere campioni e scaricare le immagini dei prodotti: ciò potrebbe potenzialmente ridurre l’inventario dei campioni necessari e minimizzare i tempi complessivi del Go-to-market.

Con un settore della moda in costante evoluzione, Enterprise Sample Management e Digital Asset Management sono due applicazioni appartenenti alla soluzione Brand Asset Management di Launchmetrics incentrate sulla massimizzazione dell’utilizzo di tutti gli asset. Insieme, esse creano la soluzione di software per la moda definitiva, incrementando la produttività e l’efficienza del Product Launch Plan.

Michelle NicolaizeauProduct Marketing

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.

Ti potrebbe piacere anche

 

Costruisci il lancio di prodotto perfetto Contatta adesso il nostro team
Richiedi una Demo