Il traffico di campioni nel settore della moda: una guida all’ottimizzazione dei processi interni per i CTO [+ infografiche]

Launchmetrics Content Team

Per un brand nel settore della moda, il modo in cui si tracciano e si gestiscono i campionari è importante. Sistemi di gestione del campionario obsoleti creano una serie di problemi le cui conseguenze possono ripercuotersi su diverse aree dell’azienda e incidere profondamente sui profitti.   

Ecco perché il traffico di campioni è unea delle aree cruciali (ma spesso trascurate) da affrontare quando si intraprende l’ottimizzazione dei processi interni.

In questo post vedremo perché l’ottimizzazione delle operazioni è così importante, quali sono le sfide che i dirigenti IT del settore moda devono affrontare per quanto riguarda la gestione dei campionari e come l’implementazione dei giusti strumenti digitali può produrre benefici sorprendenti ed effetti positivi per la vostra azienda.

Per iniziare, ecco un’infografica riassuntiva che vi darà una rapida idea dell’impatto che può avere la gestione interna dei campionari.

Sample Trafficking Fashion

Ottimizzare i processi interni dell’industria della moda

La tecnologia è oggi più che mai una forza trainante fondamentale per il successo di qualsiasi brand di moda. Secondo lo State of Fashion Technology Report 2022 di McKinsey, le aziende del settore moda sono destinate a raddoppiare gli investimenti in tecnologia entro il 2030.

Le attività rivolte ai clienti sono un punto focale di questi investimenti, ma non l’unico: come osserva McKinsey, l’industria della moda sta riconoscendo sempre più l’importanza della trasformazione digitale per il miglioramento delle operazioni interne.

“Oltre il 60% dei dirigenti del settore moda ritiene che la creazione di processi digitali integrati in tutta l’organizzazione sarà una delle cinque aree di digitalizzazione più importanti da perseguire entro il 2025”.

Quando si valuta quali processi interni ottimizzare nell’ambito della propria strategia di trasformazione digitale, può essere utile pensare a tre principali innovazioni digitali:

Sviluppo del prodotto

Quando il processo PLM è ottimizzato, i dati fluiscono in modo efficiente lungo la catena del valore del prodotto, portando a una maggiore innovazione e a cicli di sviluppo più brevi.

Cooperazione interdipartimentale

Un’altra chiave per incrementare le prestazioni interne è investire in un sistema ERP (Enterprise Resource Planning) che ottimizzi la cooperazione tra i vari reparti. Gli ERP possono avere una portata molto ampia, fornendo una visibilità completa dei processi aziendali principali e rendendo le operazioni più precise ed efficienti. Un ERP collega le applicazioni aziendali e i dati provenienti da diverse aree, tra cui le previsioni di vendita, le informazioni sul servizio clienti, la logistica delle spedizioni, i rapporti finanziari e altro ancora.

Gestione del traffico di campioni aziendali

La terza area da considerare è la gestione dei campioni. I campioni vengono prodotti per soddisfare una serie di esigenze all’interno della catena di fornitura, dalle sfilate di moda ai prestiti per la stampa, passando per i listini per l’e-commerce: ciò comporta che passino regolarmente tra le mani di diversi team.

Per gestirli in modo efficace è necessaria una ​​piattaforma ESM (Enterprise Sample Management) che centralizzi le informazioni digitali tra i vari reparti e si sincronizzi con il sistema ERP.

Molte imprese del settore moda utilizzano ancora sistemi manuali obsoleti per il traffico di campioni. Come vedremo di seguito, ottimizzare il processo di tracciamento interno dei campioni utilizzando gli strumenti digitali giusti è un modo efficace per aumentare la produttività e la redditività.

La disruption dei processi interni: un report sulla trasformazione digitale

Read the article

Le principali sfide per i CTO e i responsabili IT del settore moda

Nonostante la disponibilità del settore della moda ad abbracciare la tecnologia, il ruolo di un dirigente IT non è sempre facile. La trasformazione digitale è la chiave per migliorare l’efficienza della catena di fornitura e ridurre i costi operativi, ma in aree come la gestione del traffico interno di campioni, i sistemi legacy stanno creando una serie di sfide. Ecco alcune delle principali che potreste trovarvi ad affrontare oggi:

Divisioni dipartimentali  

Cercare di rintracciare i campioni tra le divisioni tipiche della struttura organizzativa è difficile. Senza un libero flusso di informazioni tra i vari reparti, non avete alcuna visuale sull’ubicazione dei campioni e potete ritrovarvi ad affrontare una palese carenza di responsabilità: ad esempio, un problema comune è capire quali unità aziendali debbano rispondere delle perdite quando i campioni scompaiono.

Al contrario, immaginate di avere un sistema trasparente e centralizzato che vi permetta di conoscere immediatamente la posizione di qualsiasi campione: abbattendo tali separazioni organizzative, i campioni possono spostarsi in modo efficiente tra i vari reparti contribuendo ad aumentare notevolmente il senso di responsabilità personale. 

Perdita di campioni 

I campioni persi sono molto più costosi di quanto non sembri. Lo smarrimento di un campione può scatenare una serie di conseguenze che andranno poi a ripercuotersi su vari aspetti della catena di fornitura: un campione smarrito può causare un ritardo nella produzione di fotografie dei prodotti, che a sua volta provoca un ritardo nella messa online di un annuncio eCommerce, con conseguente perdita di vendite.

Un altro impatto della perdita di un campione è che si perde l’opportunità di richiedere la restituzione dei dazi e altri rimborsi fiscali. Nel caso di scambi di campioni tra l’UE e gli USA, ad esempio, i dazi possono essere recuperati se i campioni vengono restituiti alla sede centrale nelle stesse condizioni. Non potendo presentare richieste di rimborso per i campioni persi, l’azienda può perdere importanti potenziali rimborsi fiscali, spesso dell’ordine di milioni di dollari.

“I brand che devono affrontare una media del 5-15% di perdita di campioni in tutta la loro organizzazione possono perdere fino a 3,5 milioni di dollari ogni anno, a seconda del prezzo dei loro prodotti”. —whitepaper Launchmetrics, 8 modi in cui la gestione dei campioni può migliorare la redditività

8 Modi in cui la Gestione dei Sample Può Farti Risparmiare $10M

Read the article

Ritardi nel time to market 

Raggiungere un time to market sempre più veloce è una sfida enorme e continua, poiché i brand nel settore della moda si trovano a competere per soddisfare i capricci di una clientela che desidera sempre più prodotti, più velocemente. Una gestione non ottimale del campionario può ritardare il time to market soffocando il processo creativo (ad esempio, ritardando l’accesso ai capi di ispirazione) e interrompendo il ciclo di sviluppo del prodotto.

Ciò si verifica soprattutto quando il volume di campioni prodotti per collezione è basso: in uno scenario in cui, ad esempio, una copia viene condivisa tra sei diversi team interni, i ritardi nello sviluppo del prodotto sono praticamente inevitabili.

Considerando che molte società del settore moda utilizzano ancora etichette tradizionali non RFID per etichettare manualmente i campioni, è chiaro che la responsabilità sia da attribuire largamente all’inefficienza dei processi interni.

Come si legge nel report Pulse of the Fashion Industry:

“Se i brand del settore della moda continueranno a gestire i campionari come fanno ora, vedranno una riduzione dei profitti di 52 miliardi di dollari entro il 2030”.

Risparmiate tempo e riducete i costi interni con un software per la gestione del traffico di campioni

L’aggiornamento a un sistema digitale basato sulla tecnologia RFID è il modo più rapido e affidabile per trasformare il processo interno di gestione del campionario in un processo che non solo supporta l’azienda, ma ne accelera la crescita.

Un software specifico per il settore come Launchmetrics Samples consente di controllare agevolmente i campioni in entrata e in uscita nei loro spostamenti tra i vari reparti, ottenendo un’ampia gamma di vantaggi. Molti di questi sono legati all’esterno, come l’aumento della copertura delle pubbliche relazioni, ma un software di questo tipo può anche avere un enorme effetto di trasformazione sulle operazioni interne.

Il software di Enterprise Sample Management può:

1. Digitalizzare le operazioni relative al campionario

Una soluzione digitalizzata per la gestione del campionario consente di snellire il flusso di lavoro in modo da creare, gestire e condividere le risorse in modo rapido ed efficiente. Immaginate di effettuare il check-in di un campione manualmente – un processo lento e soggetto a errori – piuttosto che con una rapida scansione di un codice a barre o di un’etichetta RFID tramite smartphone. Oltre a essere più veloce e preciso, il sistema digitale standardizza le operazioni, eliminando le divisioni interne e consentendo ai campioni di spostarsi senza problemi tra i vari reparti a livello globale.

2. Migliorare la visibilità e la responsabilizzazione dei reparti  

La tracciabilità digitale standardizzata offre una visibilità completa su chi è il destinatario di un campione, quando e perché, il che a sua volta consente di responsabilizzare i reparti. In molti casi, ciò consente di eliminare completamente processi complicati (come la fatturazione interna).

La responsabilità induce inoltre i team a prestare maggiore attenzione ai campioni, riducendone le perdite.

3. Ridurre i costi operativi

Il tempo è denaro, come si suol dire, e la ricerca di campioni smarriti è un processo costoso.

Prendiamo il caso del retailer britannico Debenhams: con l’aggiornamento a un sistema digitale di gestione del campionario, il brand è passato dall’impiegare giorni per individuare un campione a soli cinque minuti, con un risparmio di 100.000 sterline all’anno. Inoltre, i costi si riducono anche grazie al non dover sostituire i campioni smarriti e all’automazione dei flussi di lavoro.

4. Accelerare il time-to-market  

Semplificare il movimento dei campioni all’interno dell’azienda può facilitare il processo di progettazione dei prodotti, consentendo alle nuove collezioni di arrivare più rapidamente sul mercato. Ad esempio, i campioni archiviati possono essere facilmente richiesti dai team di progettazione come fonte di ispirazione. Inoltre, il processo di iterazione del design è molto più fluido quando i campioni sono gestiti correttamente.

5. Massimizzare le opportunità di vendita

Una conseguenza spesso trascurata di una cattiva gestione del campionario è la perdita di vendite. Per capirne il perché, considerate quanto sia cruciale caricare tempestivamente i nuovi prodotti sui negozi di e-commerce.

I campioni scomparsi possono ritardare i servizi fotografici e quindi la creazione delle pagine dei prodotti e dei materiali promozionali. Una gestione efficiente dei campioni significa che i prodotti raggiungono più velocemente i cataloghi dell’e-commerce, massimizzando le opportunità di vendita.

Questi sono solo alcuni dei numerosi vantaggi che potete aspettarvi di ottenere da un processo di tracciamento dei campioni ottimizzato. Per saperne di più, consultate il nostro whitepaper: 8 modi in cui la gestione dei campioni può migliorare la redditività.

Conclusioni

Come abbiamo visto, un sistema di gestione interna del campionario inadeguato comporta molti costi nascosti. Viceversa, l’ottimizzazione di questi sistemi utilizzando gli strumenti digitali giusti e specifici per il settore come Launchmetrics Samples può produrre una cascata di risultati positivi che si ripercuotono su diversi reparti e, in ultima analisi, portano a una riduzione dei costi e a un aumento dei profitti.

Quanto è efficiente la gestione del campionario nella vostra azienda, e quale primo passo potete fare oggi per migliorare il processo?

sample management

Save Time, Cut Costs

Want a 360-degree vision of your samples?

Improve Visibility, Control & Accountability across Departments

 

FIND OUT HOW

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.