Marketing Reset: le strategie di marketing su cui puntare nell’era post Covid-19

Giustina Ciccariello

Negli ultimi mesi, l’emergere della pandemia globale ha duramente colpito l’economia di tutto il mondo. In particolare le aziende dei settori moda, lusso e beauty, costrette a chiudere i canali fisici, hanno registrato un conseguente calo nelle vendite del primo trimestre, e si stima che continueranno a risentire degli effetti della crisi fino al 2021.

Nel nostro ultimo report “Marketing Reset. Le Voci che hanno influenzato la Brand Performance dopo il Covid-19”, abbiamo comparato i dati del primo trimestre del 2019 con quelli del primo semestre del 2020, per comprendere come la pandemia globale abbia influenzato il valore delle diverse attività di marketing e la complessiva Brand Performance

I marchi FLB hanno dovuto adattarsi al nuovo clima di settore, rivoluzionando il loro modo di comunicare per rispondere alle nuove esigenze dei consumatori, sempre più in cerca di contenuti informativi e fonti certe. Non è un caso che i Media si siano rivelati la Voce più performante del primo trimestre 2020, con un aumento del 44% del MIV® totale rispetto al 2019.

Nonostante il peggio sembra essere passato, è importante ora definire quali strategie di marketing caratterizzeranno il futuro dell’industria. I dati raccolti ci hanno permesso di elaborare alcune probabili previsioni e trend in evoluzione, sui quali i brand dovrebbero porre l’attenzione per ridefinire le nuove priorità dei loro business.

Costruire una solida brand equity

I consumatori, colpiti e influenzati da una crisi globale che ha causato sfiducia dopo la pandemia, crederanno solo nei marchi davvero trasparenti, ovvero quelli che mantengono valori forti e costanti in un clima in continuo cambiamento. 

Come il tuo marchio viene percepito attraverso ogni sua azione e iniziativa – sia essa sostenibile, responsabile o impegnata nei confronti del consumatore – sarà ciò che costruirà la brand equity e che ti aiuterà ad emergere nel mercato.

Accelerare il processo di digitalizzazione e puntare su investimenti di marketing intelligenti

In soli quattro mesi abbiamo visto l’accelerazione della digitalizzazione, che da anni stava lentamente evolvendosi. 

All’interno della “nuova realtà” che ci viene presentata come una società globalizzata, i canali online saranno obbligatori per quei brand che vorranno raggiungere efficacemente i loro consumatori attraverso i diversi mercati. Ma allo stesso tempo, come in ogni periodo di crisi economica, sarà necessario effettuare investimenti più intelligenti, garantendo il massimo ROI ad ogni iniziativa di marketing.

Secondo i dati riportati nell’industry impact, infatti, nel primo trimestre del 2020 abbiamo assistito ad un aumento del 17% di Share of Voice degli Owned Media, rispetto all’anno precedente. Questa Voce è risultata essenziale per mantenere i brand in contatto con i consumatori e rappresenta un’ottima fonte di guadagno anche per le strategie future.

Porre la misurazione al centro delle decisioni aziendali

Non solo per garantire la suddetta ottimizzazione delle risorse investite nel marketing, ma anche per affrontare un mondo in continuo cambiamento. Abbiamo assistito ad un cambiamento nei valori che i consumatori considerano quando prendono decisioni d’acquisto, ed è per questo che i marchi devono monitorare costantemente l’evoluzione dei loro mercati, così da capire cosa sta funzionando ora, e come adattarsi rapidamente ai cambiamenti man mano che il mondo si ricompone. 

Vuoi scoprire di più sull’impatto che la pandemia globale ha avuto nel settore? Scarica il nostro ultimo report: Marketing Reset. Le Voci che hanno influenzato la Brand Performance dopo il Covid-19.

Let's talk about it Condividi con noi la tua esperienza e la tua opinione sugli argomenti compilando il modulo qui sotto.